39,26€

Raccolti

10

Eroi

DEAR - Design Around Onlus

Associazione Dear Onlus

< Salute e benessere

39,26€ Raccolti

10 Eroi

Vuoi aiutare DEAR - Design Around Onlus gratuitamente?

Unisciti alla nostra rete solidale
Compra online come sempre
Le marche offrono le donazioni

Chi siamo

DEAR - Design Around Onlus è impegnata nell’umanizzazione degli ambienti di cura attraverso progetti che si muovono nell’ambito delle discipline creative e dei linguaggi contemporanei. DEAR è Design Around perché i progetti ruotano attorno al rapporto ambiente-persona, immaginando spazi e momenti di relazione all’interno delle strutture, ponti verso l’esterno, oltre la quotidianità forzata della malattia. Il nome rispecchia la doppia anima dell’associazione, che opera tenendo conto in primo luogo degli aspetti legati alla sfera emotiva, all’accoglienza e al benessere psicofisico, senza tralasciare quelli più tecnici, frutto di uno studio attento e rigoroso, attento alle diverse specificità dei destinatari. Crediamo nella pratica del prendersi cura attraverso un ascolto attivo delle esigenze e in favore di un approccio progettuale sperimentale in cui tutte le competenze e i diversi saperi sono messi in rete e condivisi. L’umanizzazione rappresenta un tema ad alto grado di complessità e richiede il coinvolgimento di diversi specialisti, definiti in base a ogni singolo obiettivo. DEAR è una rete di professionisti di diversa formazione – arte, architettura, design, tecnologia, scienze antropologiche, medicina e psicologia – che credono nella pratica del prendersi cura attraverso un ascolto attivo delle esigenze e in favore di un approccio progettuale sperimentale in cui tutti i diversi saperi sono messi in rete e realmente condivisi.

Alcuni dei 10 Eroi che sostengono DEAR - Design Around Onlus:

Condividere è aiutare! Parla di DEAR - Design Around Onlus ai tuoi amici

Progetti in corso

Il nostro primo progetto si chiama Robo&Bobo e si rivolge ai pazienti adolescenti e preadolescenti (11-18 anni) del reparto di Oncoematologia pediatrica e Centro Trapianti dell’Ospedale Regina Margherita di Torino, per i quali è stato pensato un innovativo percorso didattico- laboratoriale che promuove l’alfabetizzazione nei campi del design, dell’elettronica e della programmazione. Le attività proposte da Robo&Bobo danno valore allo strumento digitale non solo come fine, ma come mezzo per formare i giovani ospedalizzati su STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts, Math) in modo stimolante e ludico: Robo è un appunto robottino, e Bobo, un giovane maker, il suo compagno e artefice. Gli obiettivi di Robo&Bobo sono molteplici: in primo luogo potenziare l’offerta formativa e occupazionale all’interno della struttura ospedaliera, offrendo strumenti utili ad affrontare i tempi della degenza, nonché importanti momenti di svago e di socializzazione. I laboratori sono strutturati in un ciclo di cinque: Preent, che introduce i partecipanti alla modellazione e alla stampa 3D, Joybit, dedicato all’elettronica, Codix, che rende accessibile la programmazione a blocchi su tablet, Cir-cut, sull’elettricità e sui circuiti, Eye-Oh!, dedicato al disegno vettoriale e alla realtà virtuale. Nel primo anno sono stati coinvolti 96 pazienti (43 femmine e 53 maschi) e realizzate 183 attività. Ora è in corso la seconda edizione del progetto.

Helpfreely.org non è responsabile del contenuto pubblicato dalle Noprofit nelle sue pagine.